PICCO architetti coniuga la pratica e la ricerca del progetto dalla scala urbana all’architettura, progetta luoghi del vivere, del lavoro, della formazione e del tempo libero anche attraverso piani e programmi complessi ed innovativi.

Nato negli anni ’90, a partire dagli anni 2000 consolida l’impegno professionale sui temi del progetto del paesaggio urbano, della riqualificazione di aree ed il rinnovo di edifici dismessi avvalendosi di consolidati supporti professionali e contributi specialistici per l’ambiente, le strutture, gli impianti e la mobilità con una metodologia attenta alla qualità dell’architettura ed alla complessità dei processi per realizzarla.

Progetta luoghi del vivere con un forte impegno nelle Residenze Sociali ed in quelle collettive attento ai delicati equilibri tra qualità morfologica, comfort e sostenibilità economica.

Ha progettato complessi per uffici, strutture commerciali e complessi produttivi innovativi in ambito urbano. Impegnato a rinnovare e diversificare i temi su cui confrontarsi ha realizzato scuole primarie, secondarie e strutture universitarie, biblioteche e strutture per lo sport ed il tempo libero.

Partecipa con continuità a concorsi di architettura ad inviti e a partecipazione aperta: finalista per quello della Biblioteca e Centro Culturale e per il Concorso La Metamorfosi a Torino, ha vinto quello per la riqualificazione del Centro Storico di Acqui Terme (AL), per il Palazzetto dello Sport di Sora (FR) e, in raggruppamento, quello per un complesso di Housing Sociale a Ravenna, per la nuova sede operativa di AMIAT spa, per il recupero del complesso TNE a Torino Mirafiori e per nuove residenze per anziani a St.Veit in Pongau, in Austria e a Conselve (PD).

Tra i progetti alla scala urbana più recenti, il Master Plan dell’area Mandelli di Collegno, quello per l’area di Romania Cebrosa, per l’ex-Moi Montevideo e il progetto Living To nel quartiere Falchera a Torino. Ha completato recentemente il recupero e la trasformazione del complesso Regio Parco nell’ex fabbrica della Pastore a Torino con una residenza universitaria e superstore. E’  impegnato nel progetto di completamento del recupero dell’ex Collegio a Lanzo T.se., in un complesso di Social Housing a Nichelino, in una nuova residenza universitaria a Torino e nel progetto della nuova sede di una importante azienda torinese con il recupero di uno storico complesso ottocentesco.

Molti progetti sono stati oggetto di esposizioni e pubblicazioni su riviste e libri italiani e stranieri.

PICCO architetti nasce consolidando e rinnovando un impegno professionale, culturale e sociale avviato da Giovanni Picco (1932-2014) alla fine degli anni ’50. Architetto, urbanista e docente al Politecnico di Torino ha svolto un’articolata e straordinaria attività professionale, didattica ed impegno di amministratore pubblico. Un contributo unico ed indimenticabile per lo Studio.

PICCO architetti combines the practice and the research of the project from the urban scale to the architecture, designing places of living, work, education and leisure also through complex and innovative plans and programs.
Founded in the ’90s, since 2000s the firm consolidates the professional engagement on the issues of urban landscape design, redevelopment of areas and renovation of abandoned buildings using established professional support and specialized contributions for the environment, structures, facilities and mobility with a methodology attentive to the quality of architecture and the complexity of the processes to achieve it.
The firm designs places to live with a strong commitment in social and collective residences, paying attention to the delicate balance between morphological quality, comfort and economic sustainability.
The firm has designed office complexes, commercial structures and innovative production complexes in urban areas. Committed to renew and diversify the themes on which to confront has created elementary school, secondary schools and university facilities, libraries and facilities for sports and leisure.
He continuously participates in architectural competitions by invitation and open participation: finalist for the Library and Cultural Center and for the Competition La Metamorfosi in Turin, he won the one for the redevelopment of the Old Town of Acqui Terme (AL), for the Palazzetto dello Sport in Sora (FR) and, in group, the one for a complex of Social Housing in Ravenna, for the new headquarters of AMIAT spa, for the recovery of the complex TNE in Turin Mirafiori and for new residences for the elderly in St. Veit in Pongau, in France. Veit in Pongau, Austria and in Conselve (PD).
Among the most recent projects at the urban scale, the Master Plan of the Mandelli area in Collegno, the one for the Romania Cebrosa area, for the ex-Moi Montevideo and the Living To project in the Falchera district in Turin. He has recently completed the recovery and transformation of the Regio Parco complex in the former Pastore factory in Turin with a university residence and superstore. He is involved in the project for the completion of the recovery of the former College in Lanzo T.se., in a Social Housing complex in Nichelino, in a new university residence in Turin and in the project of the new headquarters of an important company in Turin with the recovery of a historic nineteenth-century complex.
Many projects have been the subject of exhibitions and publications in Italian and foreign magazines and books.
PICCO architetti was founded by consolidating and renewing a professional, cultural and social commitment started by Giovanni Picco (1932-2014) at the end of the ’50s. Architect, urban planner and professor at the Polytechnic of Turin, he carried out an articulated and extraordinary professional activity, teaching and commitment as a public administrator. A unique and unforgettable contribution to the Study.

CRISTIANO PICCO

_

Torino, 1964

Cristiano Picco (Torino 1964) architetto, si laurea a Torino nel 1990 dopo aver svolto, durante gli anni dell’università, importanti esperienze di formazione culturale e professionale in studi di architettura in Spagna, Norvegia, ed Olanda.
Svolge attività didattica presso la Facoltà di Architettura ed è docente a contratto in Composizione architettonica ed urbana.

Insieme a PICCO architetti, costituito con Giovanni Picco agli inizi degli anni ’90, e coordinato dal 2001 ha elaborato progetti di riqualificazione e riuso di importanti aree urbane, ha progettato e seguito la realizzazione, di complessi residenziali privati e pubblici, strutture per anziani, alberghi, scuole e strutture universitarie, complessi per il retail. Vincitore di diversi premi  Premio Luigi Cosenza con la struttura per anziani di Ronco Canadese (TO), Premio ANCE InArch con Vitalipark, The Plan Award 2019 ed il Premio InArch 2020.

Partecipa a Concorsi e gare di progettazione in Italia ed all’estero con alcuni importanti risultati.

E’ impegnato in diverse realtà italiane su temi di progettazione urbana e architettonica ed ha avviato da tempo alcune esperienze di progetto all’estero, in particolare in Asia ed in Europa Orientale, con un costante interesse a sperimentare diverse forme del progetto di trasformazione dello spazio. Ha la passione per la fotografia del paesaggio urbano.

Componente di Commissioni di valutazione di qualità architettonica e paesaggistica di alcuni importanti comuni e della Regione Piemonte.

E’ vice presidente della Fondazione Iniziativa Europa e componente del Consiglio Direttivo del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Cristiano Picco (Turin, 1964) lives and works in Turin, where he graduates in 1990.

Since the time of  university studies he has working experiences in architecture firms in Spain, Norway and the Netherland, as well as in his father ‘s firm.

He performs teaching activity at the Faculty of Architecture until 2000, collaborating to the course of Architectural Planning.

In 1991 he sets up PICCO architetti firm.

In 1998 he is among the finalists of the “Luigi Cosenza” award with the structure for the elderly in Ronco Canavese  (Turin).

He takes part to planning competitions and tenders with successful results, such as:  finalist at the competition for the new cultural centre of Turin; winning project in 2004 in Sora (FR) for the new Sporting Hall (palazzetto dello sport); in 2005 for a public residential area beside the “Teodorico” Park in Ravenna; in 2006 for the premises of an important Piedmont Bank and in 2007 for the new AMIAT operating facilities in Turin.

He is engaged in different Italian domains in relation to such subjects as architectural and urban planning, with a consistent interest in trying different project approaches for space transformation. He is very keen  on taking photographs of  urban landscapes.

PICCO ARCHITETTI

Cristiano Picco

Antonio Fatibene

Giuliana Foglia Franke

Roberta Musso

Federica Gomiero

Francesca  Albera

Lorenzo Petrone

Francesca Cravero

Carlotta Semeraro

Ingeborg Weichart

Katia Furfaro (amministrazione)

Davide Scirè (comunicazione)

HANNO COLLABORATO CON NOI

Eva Amate, Giada Chiavacci, Ines Blasco Ferre, Sara Musso,Elena Bielli, Franco Pizzio, Monica Grosso, Caterina Mauro, Alberto Bolzonello, Silvia Somma, Silvia Vai, Valeria Doro, Alexandru Popescu, Luca Frascarolo, Pier Giuseppe Caula, Valeria Carrera, Francesco Brocca , Giuseppina Taibi, Luca Luddeni ,Alessandro Bruno, Antonio De Quarto, Marta Pedrosa Leon, Laure Elise Alaphilippe, Giorgia Saettone, Marilia Martina, Bruna Data, Stefano Pace, Mia Mallone, Pierluigi Jacob, Vilma Brunet, Marco Priotto, Alberto Conte, Francesco Causone, Paolo Picco, Sabrina Rosazza, , Angel Navascués Cornago, Alberto Bernejo Garcia, Alberto Borgi, Arno Suzuki, Roberta Bassi, Francesco Demitri, Mauro Preite.

PARTNERS

+ Studio, Via Lamarmora 12, 10128 Torino

 Gamberini architecte, 13 rue de Arquebusiers, 75003 Paris

LAVORA CON NOI

Inviaci il tuo CV all’indirizzo job@piccoarchitetti.it.